CAMPUS «GREEN WORK» xGIOVANI

NEWS RE↗USED

GLI EFFETTI

1320_effects-image

I potenziali effetti futuri dei cambiamenti climatici globali sono incendi più frequenti, in alcune regioni e un aumento del numero di periodi di siccità più lunghi, la durata e l’intensità delle tempeste tropicali.

Il cambiamento climatico globale ha già avuto effetti osservabili sull’ambiente. I ghiacciai si sono ridotti, il ghiaccio su fiumi e laghi si sta rompendo anticipatamente, la varietà di vegetali e animali sono mutate e gli alberi sono in fiore prima.

Gli effetti che gli scienziati avevano predetto in passato, derivanti dall’attuale cambiamento climatico globale, stanno avvenendo: la perdita di ghiaccio marino, un’accellerazione della crescita del livello del mare e, ondate di calore più intense e più lunghe.

Nel suo insieme, ul complesso dei dati pubblicati indica che i costi dei danni netti derivanti dal cambiamento climatico saranno significativi e aumenteranno nel tempo.Intergovernmental Panel on Climate Change

Gli scienziati stimano che le temperature globali continueranno ad aumentare per decenni a venire, in gran parte dovuto ai gas serra prodotti dalle attività umane. Il gruppo di esperti intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC), che comprende più di 1.300 scienziati provenienti da Stati Uniti ed altri paesi, prevede un aumento della temperatura di 2,5 a 10 gradi Fahrenheit nel prossimo secolo.

Secondo l’IPCC, l’entità degli effetti del cambiamento climatico sulle singole regioni varierà nel tempo e richiederà una forte capacità dei diversi sistemi sociali e ambientali per mitigare gli effetti e adattarsi al cambiamento.

L’IPCC prevede che aumenti della temperatura media globale inferiore a 1,8 a 5,4 gradi Fahrenheit (da 1 a 3 gradi Celsius) sopra il livello del 1990, produrranno effetti positivi in alcune regioni e molto dannosi in altre. Costi annui netti aumenteranno nel corso del tempo con l’aumento delle temperature global

Effetti futuri

Alcuni degli effetti a lungo termine dei cambiamenti climatici saranno, secondo il Quinto Rapporto ONU dell’IPCC:

632_EarthHorizon

I Cambiamenti climatci proseguiranno attraverso questo secolo e oltre

Il clima globale si prevede che continuerà a cambiare nel corso di questo secolo e oltre.

L’entità dei cambiamenti climatici nei prossimi decenni dipenderà principalmente dalla quantità di gas che trattengono il calore emessi a livello globale, e in che modo il clima della Terra risponderà a tali emissioni.

38_Global_temperatureLe temperature continueranno a salire

Poichè il riscaldamento indotto dall’uomo si sovrappone ad un clima di per sè naturalmente variabile, l’aumento di temperatura non è stato, e non sarà, uniforme o lineare per tutti i paesi o nel corso del tempo.

493_CropsLa stagione di gelo (e  la stagione di crescita) si allungano

La durata della stagione senza gelo (e la corrispondente stagione di crescita) sono aumentate dal 1980, danneggiando gli ecosistemi e l’agricoltura.

In un futuro in cui le emissioni di gas che intrappolano il calore continuano a crescere, aumenterà di un mese o più anche la durata delle stagioni senza gelo e di crescita. Gli aumenti saranno notevolmente inferiori se le emissioni di gas che intrappolano il calore saranno ridotte.

635_shutterstock_196138856

Cambiamenti nei modelli di precipitazione

La precipitazione media generale è aumentata a partire dal 1900, ma alcune zone hanno avuto incrementi maggiori di altri settori che sono stati sottoposti invece ad una diminuzione.

492_cracked_earthPiù siccità e ondate di calore

Siccità e calore in tutto il mondo sono proiettati a diventare più intensi, e ondate di freddo meno intenso ovunque.

Le temperature estive si prevedono in continuo aumento, e una riduzione di umidità del terreno che aggrava le ondate di calore.Entro la fine di questo secolo, giorni di calore estremo (eventi di un giorno) quali verificatosi una volta-in20anni sono previste ogni due o tre anni su gran parte delle nazioni.

494_katrinaphoto1smGli uragani diventeranno più forti e più intensi

L’intensità, la frequenza e la durata di uragani dell’Atlantico settentrionale, nonché la frequenza dei più forti (categoria 4 e 5) , sono tutti aumentati sin dal 1980. E’ ancora incerto se tale aumento derivi dal contributo da cause naturali o umane.

La frequenza di uragani associati all’intensità di tempeste e precipitazioni dovrebbe aumentare se il clima continuerà a riscaldarsi.

495_Manhattan_NYH_720Il livello del mare si alzerà di 1-4 “feet” entro il 2100

Il livello globale dei mari è salito di circa 8 “pollici” dal monitoraggio affidabile iniziato nel 1880. Si prevede in aumento un altro da 1 a 4 “feet” entro il 2100. Questo è il risultato per l’acqua aggiunta dallo scioglimento dei ghiacciai e dall’espansione di acqua di mare, nel contempo riscaldata.

Nei prossimi decenni, mareggiate e alta marea potrebbero combinarsi con l’innalzamento del livello del mare e il conseguente cedimento del terreno, aumentando così ulteriormente le inondazioni in molte regioni.

L’innalzamento del livello del mare non si fermerà nel 2100 poichè gli oceani rispondono dopo molto tempo alle condizioni più calde della superficie della Terra. Le acque dell’oceano continueranno pertanto a riscaldarsi e il livello del mare continueraà ad aumentare per molti secoli a livelli pari o superiori a quelli di questo secolo.

491_Arctic_IceL’Artico è destinato a essere libero dai ghiacci.

L’Oceano Artico è destinato a diventare essenzialmente privo di ghiaccio nel periodo estivo, prima della metà del secolo.


Approfondisci ulteriormente o verifica quanto ne sai sui cambiamenti climatici leggendo ora:

– Domande Difficili

oppure, Tutti i Numeri dell’Ambiente.


flag_iten


Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*