CAMPUS «GREEN WORK» xGIOVANI

NEWS RE↗USED

I FATTI


flag_iten


Cambiamenti climatici: Come facciamo a saperlo?

203_co2-graph-080315Il grafico in alto, basato sul confronto di campioni atmosferici contenute nelle carote di ghiaccio e misure più recenti dirette, fornisce la prova che la Co2 atmosferica è aumentata a partire dalla Rivoluzione Industriale.

Il clima della Terra è cambiato nel corso della storia. Solo negli ultimi 650.000 anni ci sono stati sette cicli di avanzamento e arretramento dei ghiacciai, con la brusca fine dell’ultima era glaciale circa 7000 anni fa, che segna l’inizio dell’era moderna del clima e della civiltà umana.

La maggior parte di questi cambiamenti climatici sono attribuiti a piccolissime variazioni dell’orbita terrestre che cambiano la quantità di energia solare che il nostro pianeta riceve.

Le prove scientifiche del riscaldamento del sistema climatico sono inequivocabili. afferma il Gruppo intergovernativo ONU di esperti sui cambiamenti climatici

La tendenza al riscaldamento attuale è di particolare importanza perché la maggior parte di esso è certamente di origine antropica e procede a un ritmo che non ha precedenti negli ultimi 1300 anni.

Satelliti in orbita e altri progressi tecnologici hanno permesso agli scienziati di vedere il quadro nel suo complesso, con la raccolta di molti tipi diversi di informazioni sul nostro pianeta e il suo clima su scala globale. Questa mole di dati, raccolta nel corso di molti anni, rivela segnali inequivocabili di un clima che cambia.

nasaLa capacità di trattenere il calore da parte dell’anidride carbonica e di altri gas è stata dimostrata a metà del 19° secolo. La loro capacità di influenzare il trasferimento di energia infrarossa attraverso l’atmosfera è la base scientifica di molti strumenti usati dalla NASA. Non c’è dubbio che l’aumento dei livelli di gas serra causano il riscaldamento della Terra.

Le carote di ghiaccio prelevati dalla Groenlandia, dall’Antartide, e dai ghiacciai montani tropicali mostrano che il clima della Terra risponde ai cambiamenti dei livelli di gas serra. Essi mostrano anche che in passato, i grandi cambiamenti del clima sono accaduti molto rapidamente, geologicamente parlando: in decine di anni, non in milioni o addirittura migliaia.

L’evidenza di un rapido cambiamento climatico è incontrovertibile:

Innalzamento del livello del mare

37_Evidence-sea-level-rise

Il livello globale dei mari è salito di circa 17 centimetri (6.7 pollici) nel secolo scorso.

Il tasso nell’ultimo decennio, tuttavia, è quasi doppio di quello del secolo scorso.

 (Repubblica delle Maldive: particolarmente vulnerabile all’innalzamento del livello del mare)

100_sea_level_graphEarth’s vital signs: Sea Level

Un indicatore del livello corrente globale del mare misurato dai satelliti; aggiornato mensilmente.


Aumento della temperatura globale

38_Global_temperatureTutte e tre le principali ricostruzioni della temperatura superficiale globale mostrano che la Terra si è riscaldata dal 1880.

La maggior parte di questo riscaldamento si è verificato a partire dal 1970, i 20 anni più caldi, particolarmente, dal 1981. e con i 10 anni più caldi in assoluto accaduti negli ultimi 12 anni.

Anche se gli anni 2000 hanno testimoniato un calo della produzione solare, con un conseguente minimo insolitamente profondo nel periodo 2007-2009, in superficie le temperature continuano ad aumentare.

96_global-temp-time-series-thumbEarth’s vital signs: Global temperature

Un indicatore di temperatura media corrente globale misurata dalla NASA; aggiornato mensilmente.

94_causes-thumb

Global Climate Change: Causes

Una panoramica dell’effetto serra e di altri elementi partecipatori ai cambiamenti climatici improvvisi.

95_global_warming_vizVideo: Global warming from 1880 to 2013

Una visualizzazione delle variazioni della temperatura globale dal 1880 basato su dati NASA GISS.


Il riscaldamento degli oceani

39_Warming_oceans2Gli oceani hanno assorbito gran parte di questo aumento di calore, con i primi 700 metri (circa 2.300 piedi) di oceano, dimostrando il riscaldamento del pianeta di 0.302 gradi Fahrenheit dal 1969.

88_Coral_reef

Climate Kids: What is happening in the ocean?

Una panoramica del ruolo dell’oceano nei cambiamenti climatici e di come si immagazzina e viene rilasciato il calore dall’atmosfera.

101_sea_quizVideo: Oceans of climate change

Uno sguardo sull’effetto dei cambiamenti climatici sugli oceani del mondo e la capacità termica dell’acqua.

169_article_warming_ocean_thumbnail_240x180

Article: Warming ocean causing most Antarctic ice shelf mass loss

Le acque dell’oceano fondendosi con lo strato inferiore delle piattaforme di ghiaccio dell’antartiche sono responsabili della maggior parte  della perdita di massa delle banchise del continente, come provato da un nuovo studio della NASA e di ricercatori universitari.


Contrazione delle lastre di ghiaccio

40_Ice_sheetsLa massa della Groenlandia e degli strati di ghiaccio dell’Antartide è diminuita.

I dati provenienti da NASA Gravity Recovery and Climate Experiment mostrano che la Groenlandia ha perso dai 150 a 250 chilometri cubi (da 36 a 60 miglia cubi) di ghiaccio all’anno, tra il 2002 e il 2006, mentre l’Antartide ha perso circa 152 chilometri cubi (36 miglia cubi) di ghiaccio tra il 2002 e il 2005.

98_land_ice_graph

Vital Signs: Land Ice

Un indicatore del volume corrente e degli strati di ghiaccio dell’Antartide e della Groenlandia, utilizzando i dati provenienti da Satellite Grace della NASA.

167_global_ice_viewer_thumbnail_240x180

Global Ice Viewer

Una esplorazione interattiva di come il riscaldamento globale sta colpendo il ghiaccio marino, i ghiacciai e le calotte di ghiaccio continentale in tutto il mondo.


Il declino del ghiaccio marino artico

41_Evidence-declining-Arctic-sea-ice320x240Sia l’estensione che lo spessore del ghiaccio marino artico è diminuito rapidamente nel corso degli ultimi decenni.

99_sea_ice_time_series_thumb

Earth’s vital signs: Sea ice

Un indicatore dei cambiamenti del ghiaccio marino nell’Artico nel corso del tempo e la relativa influenza dei cambiamenti climatici globali.

167_global_ice_viewer_thumbnail_240x180

Interactive: Global ice viewer

Una esplorazione interattiva di come il riscaldamento globale sta interessando il ghiaccio marino, i ghiacciai e le calotte polari continentali in tutto il mondo.

97_ice-bridge-logo

NASA’s Operation Icebridge mission

Immagini originali della NASA Operazione IceBridge sul dettaglio del ghiaccio polare della Terra, per comprendere meglio i processi che collegano le regioni polari con il snowcap globale system. Il clima scomparso del Kilimanjaro, dallo spazio.


Il ritiro dei ghiacciai

42_Evidence-glacial-retreat_Tanzania-320x240I ghiacciai si stanno ritirando quasi ovunque in tutto il mondo tra cui nelle Alpi, in Himalaya, nelle Ande, nelle Montagne Rocciose, in Alaska e in Africa.

167_global_ice_viewer_thumbnail_240x180Interactive: Global ice viewer

Una esplorazione interattiva di come il riscaldamento globale sta colpendo il ghiaccio marino, i ghiacciai e le calotte di ghiaccio continentale in tutto il mondo.


Eventi estremi

43_Evidence-extreme-weather_320x240Dal 1950, il numero di record di eventi ad alta temperatura è in crescita, mentre quelli a bassa temperatura da record è diminuito.

Si è anche assistito a un numero crescente di eventi piovosi intensi.

91_Precipitation_MeasurementPrecipitation Measurement Missions

Il sito ufficiale della NASA dedicato alle missioni scientifiche della Terra che studiano precipitazioni e altri tipi di precipitazioni in tutto il mondo.


 Acidificazione degli oceani

44_Evidence-ocean-acidification-320x240Dall’inizio della rivoluzione industriale, l’acidità delle acque oceaniche superficiali è aumentata di circa il 30%.

Tale incremento è il risultato dell’icremento di emissione nell’atmosfera da parte dell’uomo di anidride carbonica che viene quindi assorbita negli oceani.

La quantità di anidride carbonica assorbita dallo strato superiore degli oceani aumenta di circa 2 miliardi di tonnellate all’anno.

88_Coral_reef

How does climate change affect coral reefs?

Articolo su come il riscaldamento globale porta allo sbiancamento dei coralli e al cambiamento della soluzione chimica degli oceani, con conseguente acidificazione.

90_Other-carbon-dioxide-probThe Other Carbon Dioxide Problem

Pagina NOAA sulla acidificazione degli oceani.


Manto nevoso in diminuizione

93_snow_coverLa diminuzione dell’innevamento è constatato dalle osservazioni satellitari che rivelano che la quantità di copertura nevosa primaverile nell’emisfero settentrionale è diminuita nel corso degli ultimi cinque decenni, e che la neve anticipa il suo scioglimento.

168_ice_data_center_thumbnail_240x180

National Snow and Ice Data Center

Centro di informazione e di riferimento a sostegno della ricerca polare e criosfera

166_earth_observatory_snow_cover_thumbnail_240x180

Earth Observatory: Snow Cover

Tabelle temporali di innevamento globale da Earth Observatory della NASA.

1 Trackback & Pingback

  1. FACTS – Monolite Digitale

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*